novembre 28, 2020     | Registrazione
Progetto "cera pulita"

APIVAL, con l’aiuto della ditta Biasi Sara, promuove il progetto “Cera pulita” con lo scopo di favorire e facilitare la lavorazione di cera di opercolo. Come è noto i fogli cerei convenzionali, a causa del continuo accumulo di lavorazione in lavorazione, contengono quantitativi rilevanti di contaminanti, in alcuni casi i valori sono molto elevati. La resa della cera di opercolo è molto bassa, serve infatti produrre quintali di miele per arrivare a pochi chili di cera. Per di più una lavorazione separata richiede un quantitativo minimo di almeno 80 Kg. Dati questi presupposti per gli apicoltori con poche arnie che lavorano per l’autoconsumo è praticamente impossibile raggiungere i quantitativi che servirebbero per lavorare separatamente la propria cera di opercolo e avere dei fogli cerei di cera pulita. Il progetto APIVAL “Cera pulita” cerca di trovare una soluzione a questo problema. Qualora questo sondaggio ci dica che possiamo raggiungere il quantitativo richiesto, la cera di chi aderisce al progetto verrà raccolta e pesata presso la ditta Biasi e poi lavorata in un unico lotto separato. Ciascuno degli aderenti al progetto potrà avere fogli cerei in proporzione alla cera di opercolo conferita. Le analisi multi residuali, chimico fisiche e sulla presenza di elementi estranei sui fogli cerei ci diranno il livello qualitativo raggiunto che sarà puntualmente comunicato a tutti gli aderenti.

Si raccomanda serietà e responsabilità nel conferire solo cera di opercolo, ricordiamo che l’aggiunta di cera di favi non naturali prodotti a partire dal foglio cereo, contaminerebbe inevitabilmente tutto il lotto. Nonostante questo potenziale rischio, o quello di una possibile bassissima contaminazione della cera di opercolo stessa, riteniamo che il risultato che si otterrà sarà comunque qualitativamente molto migliore rispetto all’unica alternativa possibile: conferire la propria cera ricevendo fogli cerei di cera convenzionale non selezionata e lavorata separatamente!

Chiediamo quindi agli interessati di dare la propria disponibilità rispondendo al sondaggio e indicando il quantitativo di cera di opercolo che potranno conferire.

Partecipa al sondaggio usando questo link:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdm0phP3uP73AnVt4VtEt4ysSgFn45iuVdGG2xZy9-CDjwXNQ/viewform?usp=sf_link
se non riesci scrivi a apival@apival.net indicando NOME E COGNOME e QUANTITATIVO DI CERA potenzialmente conferibile

Deleghe per operare in anagrafe anno 2020

RICORDIAMO L'OBBLIGO DEL CENSIMENTO DEGLI ALVEARI DA FARE TRA IL 1 NOVEMBRE ED IL 31 DICEMBRE.
APIVAL offre il servizio di censimento gratuitamente ai soci, in regola con la quota sociale, che non riescono a farlo in autonomia.

APIVAL provvederà a confermare l'avvenuto censimento, ACCERTATEVI DI RICEVERE LA CONFERMA !!!

Operazioni in anagrafe anno 2020: deleghe

Come fare:

Modifica delle norme provinciali sul nomadismo
Le modifiche al regolamento

-- Quando movimento api verso un apiario senza arnie servono operazioni in anagrafe e certificazione di accompagnamento.
-- Quando tolgo tutte le arnie da un apiario servono operazioni in anagrafe e certificazione di accompagnamento.
-- Quando porto arnie in un apiario già popolato da una o più colonie di api senza uscire dalla provincia di Trento e senza toglierle tutte dall'apiario di partenza, non servono movimentazione in anagrafe e certificazione di accompagnamento
-- Permangono gli obblighi ovviamente per le movimentazioni per vendita.

 

NEW Approfondimenti di tecnica apistica
Due tecniche innovative: innalzamento della covata e separazione della covata. - giovedì 12 novembre 2020
Melate e melate dure: la "manna" - lunedì 10 agosto 2020
Favo naturale 5 anni di sperimentazione. Che scelte fare? - sabato 20 giugno 2020
Disponibilità regine

Si regalano ad eventuali soci interessati tre regine feconde in gabbietta con accompagnatrici. Due marcate verdi del 2019 ed una marcata azzurra del 2020
Contattare Fernando Nesler cell. 3403408364

Contributi per l'apicoltura 2020-2021

Approvato dalla PAT il bando dei finanziamenti in apicoltura per l'anno 2020-2021.

Bando finanziam. ann. 2020/2021-miglioramento condizioni produzione e commercalizzazione prodotti apicoltura-domende entro 30 novembre 2020

 

La Giunta provinciale di Trento con propria deliberazione n. 1738 del 30 ottobre 2020 ha sancito l'apertura del bando per la presentazione delle domande di finanziamento per l'annualità 2020/2021.

Le domande devono essere presentate entro il:

30 novembre 2020

Per modalità e approfondimenti, collegati al link sul portale Trentino Agricoltura per raggiungere la sezione del sito dedicata.

 

Linee guida per il controllo di aethina e varroa 2020

FONDAZIONE MACH NOTIZIE APICOLTURA n. 1 - d.d. 02.07.2020

FONDAZIONE MACH NOTIZIE APICOLTURA n. 1 - d.d. 02.07.2020 LOTTA ALLA VARROASI IN TRENTINO PROPOSTE DI INTERVENTO 2020

Vai alla versione sfogliabile /visualizzabile da smartphone: CLICCA QUI

 

========================================================================================


Il Ministero della Salute con la nota n. 13022 ha formalizzato Piano nazionale di sorveglianza dell’Aethina tumida e il Piiano controllo della Varroa per l’anno 2020, e diffuso le linee guida per il controllo delle infestazioni dovute a questi due parassiti redatte dal Centro di referenza nazionale per l’apicoltura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie.

Nota n. 13022 del Ministero della Salute »

ultimo notiziario FEM

Terra di Mach, disponibile ora il nono numero del notiziario della Fondazione Edmund Mach
e lo Speciale "FEM Lotta biologica alle specie aliene" dedicato alle attività di ricerca e sperimentazione messe in campo da FEM sulle strategie di difesa efficaci e sostenibili contro cimice asiatica e Drosophila suzukii.

Clicca per leggere il notiziario Terra di Mach n. 9 / Novembre 2020

consulta le nuove offerte fornitori
Det. n. 482 di data 1 giugno 2020 colpo di fuoco

 Disposizioni dalla Provincia con divieto di movimentazione api nelle zone soggette al colpo di fuoco, vedi Det. n. 482 di data 1 giugno 2020 colpo di fuoco

Sconti riservati ai soci

La tessera sociale da diritto a diversi sconti in negozi convenzionati, visita la sezione Fornitori per rimanere aggiornato.

Visualizza tutti gli sconti praticati

verifiche funzionali opere di prevenzione grandi carnivori
La smielatura al tempo del COVID-19

I veterinari di APSS ci comunicano le disposizioni per le produzioni alimentari ai tempi del COVID-19, ritenendole valide anche per la smielatura.
Raccomandiamo un accurata attenzione alle pratiche igeniche personali e delle superfici.

Covid-19 e sicurezza alimentare

Covid OSA

PROTOCOLLO DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA E NEI LAVORI FORESTALI
LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL RISCHIO COVID19 – REV.2 - 08 maggio 2020

Rimani aggiornato ... iscriviti alla newsletter

Per ricevere la informazioni APIVAL e i notiziari tecnici iscriviti alla newsletter cliccando su "Registrazione" in alto a destra.
Ti garantiamo che per il rispetto della privacy la tua mail non verrà usata a fini commerciali e riceverai solo info e promemoria sulle attività dell'associazione ed il notiziario tecnico.

Informativa resa ai sensi degli articoli 13-14 del GDPR 2016/679

Ogni socio è invitato a prendere conoscenza dell'informativa resa ai sensi degli articoli 13-14 del GDPR 2016/679 per il trattamento dei dati personali.

Qui il testo.

Cosa fare in caso di avvelenamenti
14 aprile 2018, in seguito alle nuove segnalazioni di morie di api riportiamo in prima pagina cosa fare:
Ricordiamo brevemente la procedura da seguire in casi di morie di api probabilmente causate da avvelenamenti da fitofarmaci:
1. La segnalazione va fatta individualmente da parte dell'apicoltore che ha subito il danno ai Servizi Veterinari di zona (nel nostro caso Pergine o Borgo)(scarica il modulo)
2. E' bene fare una segnalazione SCRITTA e firmata chiedendo che sia protocollata in modo che la cosa sia ufficiale. Allegare qualche foto, descrivere nella segnalazione scritta l'entità del danno subito (almeno percentuale stimata di api morte e numero di colonie colpite) e chiedere l'intervento di un veterinario. Segnalare anche se nella zona non è stato fatto lo sfalcio sotto i frutteti o i vigneti durante la fioritura. E` importante la segnalazione scritta perchè SOLO IN QUESTO MODO resta traccia di una problematica a carico delle api della nostra zona. (diversamente a fine stagione ci dicono che non ci sono state morie segnalate)
3. Raccogliere un campione di api (il più possibile) e consegnarle subito o metterle il freezer in attesa della consegna.

In seguito alle segnalazioni di morie di api fatte dagli apicoltori ai servizi Veterinari la Provincia si è attivata per raccogliere maggiori informazioni. Coloro che hanno subito danni lo segnalino all'indirizzo mail apival@apival.net specificando: nome, cognome, codice aziendale, telefono e comune in cui erano dislocate le arnie al momento del danno subito. Come oggetto della mail inserire "morie di api".
La PAT si riserva di raccogliere ulteriori informazioni contattando direttamente gli apicoltori colpiti. Grazie a tutti per la collaborazione
Articoli tecnici a cura di Romano Nesler. Storico di tutti gli articoli alla pagina "Tecnica apistica"
Maltempo e poche scorte: Allarme fame! - giovedì 12 aprile 2018
Allargare i nidi e nutrire - domenica 1 aprile 2018
Approfondimenti: blocco di covata tecniche a confronto - giovedì 29 marzo 2018
Chiedo assistenza
Approfondimenti
I Comuni amici delle api e dell'ambiente

Pergine Valsugana

Pergine Valsugana


Roncegno Terme


Altopiano della Vigolana

Borgo Valsugana


Civezzano

Facebook

Sponsor


Casse Rurali
della Valsugana

RINGRAZIAMO

chi ha devoluto attrezzatura all'associazione:

il socio Pioner Franco

il socio Tiengo Arrigo

i famigliari di:

Copat Vittorio e Trentin Gianfranco

Siti amici
APIVAL Associazione Apicoltori Valsugana Lagorai

     Anno 2020 regine marcate con colore AZZURRO per convenzione internazionale.

 

APIVAL Associazione Apicoltori Valsugana Lagorai
Via G. Carducci, 3 38051 Borgo Valsugana TN
Codice fiscale: 90013980223     P.Iva: 02143490221

www.apival.net - apival@apival.net - apival@pec.it
Copyright (c)   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso